Museo ladin de Fascia

Espone le collezioni etnografiche dell’Istitut cultural ladin ordinate secondo precisi criteri logici e dedicate ai diversi aspetti della civiltà ladina fassana

Costumi della tradizione [ Museo ladino di Fassa]

Il Museo ladino di Fassa, nella sede inaugurata nel 2001, espone le collezioni etnografiche dell’Istitut cultural ladin, frutto di trent’anni di ricerche, ordinate secondo precisi criteri logici e dedicate ai diversi aspetti della civiltà ladina fassana. Il percorso museale conduce in un viaggio ideale dalla preistoria alla contemporaneità, dalla cultura materiale alle tradizioni, dalla storia agli aspetti legati alla mitologia e alla religiosità, senza tralasciare le espressioni artistiche contemporanee.Oggetto dell’esposizione è infatti l’etnogenesi, il processo di formazione di un popolo, al fine di illustrare una minoranza linguistica viva e cosciente di sé, caratterizzata da una lingua propria, da un territorio e da una storia particolari. Accanto agli oggetti ed ai testi esplicativi, uno degli aspetti più significativi nell’allestimento è costituito dal sistema di supporto multimediale, un sistema di 17 punti informativi, gestiti da una rete di computer e dotati di touch-screen interattivo, distribuiti lungo l’intero percorso museario: da qui il visitatore può accedere a 85 brevi filmati monotematici concernenti singoli oggetti o aspetti dell’esposizione, con sonoro originale e testi in più lingue.Oltre alle sale espositive, il Museo dispone di una sala multimediale per l’attività didattica, per conferenze e piccole esposizioni temporanee, di un bookshop e museumshop. La struttura museale non si esaurisce nella sede centrale ma si articola in museo sul territorio attraverso le proprie sezioni locali che formano un vero e proprio percorso etnografico lungo l’intera vallata. Sono attualmente visitabili La sia – La segheria a Penia (Canazei), L molin – Il mulino a Pera di Fassa e L malghier – La caseificazione, ospitata presso il caseificio sociale val di Fassa, anch’essa a Pera di Fassa.Attraverso i propri servizi educativi il Museo offre visite guidate, percorsi di scoperta e progetti didattici, in italiano ed in ladino, rivolti sia alle scuole, locali e non, sia all’utenza turistica, per avvicinare la cultura ladina nei suoi molteplici aspetti storici, linguistici e culturali. Propone occasioni di approfondimento specialistico in precisi settori culturali, nonché la possibilità di realizzare progetti educativi in stretta collaborazione tra l’istituzione museale e quella scolastica, concepiti appositamente sul percorso curricolare della classe.

visitabile: sì | adatto a: famiglie - scuole | accessibile a persone con disabilità

apertura

Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Domenica
10:00-12:30 10:00-12:30 10:00-12:30 10:00-12:30 10:00-12:30 10:00-12:30 10:00-12:30
15:00-19:00 15:00-19:00 15:00-19:00 15:00-19:00 15:00-19:00 15:00-19:00 15:00-19:00

Estate (10 giugno - 10 settembre) Periodo natalizio (20 dicembre - 6 gennaio) tutti i giorni 10.00-12.30 e 15.00-19.00

Altri periodi dal martedì al sabato 15.00-19.00

chiuso domenica e lunedì

Altri giorni di chiusura:1 gennaio; 1 maggio; 1 - 9 giugno; 1 - 30 novembre; 25 dicembre

Note sull'accessibilità del sito

Visita per la persona con disabilità e il suo accompagnatore gratuita
(È necessario mostrare all’ingresso una documentazione che testimonia la propria patologia, soprattutto se si tratta di una disabilità sensoriale o cognitiva)
È bene avvisare in precedenza in caso di visitatori con disabilità.

Possibilità di sosta nell’ampio parcheggio del Museo. La struttura si sviluppa su 3 piani. Nei servizi igienici indicati presenza di maniglioni di sostegno su entrambi i lati del wc.

Rilevazioni eseguite dal personale della Cooperativa HandiCREA


a cura di Istitut cultural ladin Majon di Fascegn